Hanspeter Wyss (set 2008 - ott 2008)

 Cyborg paintings and other structures

«Mi è sempre più chiaro che l'arte non è un'attività elitaria riservata all'apprez- zamento di pochi. L'arte è per tutti e questo è il fine a cui voglio lavorare»
(Keith Haring "Wikipedia")

I Cyborg paintings proposti da Hanspeter Wyss in questa piccola mostra nascono dal desiderio eudaimonico* dell'artista di rappresentare il mondo dei "Cyborgs" con la sua usuale "verve" e grande vitalità.
I confronti e i paralleli in arte non rendono omaggio a nessun artista coinvolto, ma cercare di presentare il pittore Hanspeter nel marasma di definizioni e tendenze dell'arte contemporanea senza cercare una
sorta di parallelo (o fratello ideale che dir si voglia...) mi pare arduo e forse pure ingiusto.
Personalmente, l'artista mi ricorda una sorta di Keith Haring nostrano, con il quale condivide molte qualità. In primis la radice grafica, disciplina che l'ha formato tecnicamente e gli ha appreso la precisione ed il senso marcato dell'uso del colore quale vettore di comunicabilità.
In seguito il grande senso del ritmo, espresso non come in Haring attraverso pittogrammi complessi, ma grazie ad una sorta di reticolato di punti (una sorta di "puntillismo" - se così vogliamo chiamarlo) posto su un fondo spesso monocromo, uniforme e regolare che ne accentua la tensione semantica.
Come terza, e più importante qualità che accomuna questi due artisti, è rappresentata da un fortissimo "sentimento liberatorio" pervadente sia le strutture sia i dipinti, come giustamente analizza e descrive Franca Verda-Hunziker nella sua bella presentazione alla mostra del 2006: "passa con la sua pittura a un mondo liberatorio di creature surreali, di immagini la cui magia ci attira in modo irresistibile".
Hanspeter Wyss scopre il Ticino quale terra di dimora e di produzione a metà degli anni novanta, quando arriva per risiederci. Nascono le prime strutture multicolori e strane perché ricavate da pezzi di piante trasportate a valle dalle piene della Maggia e della Melezza: fiumi che entrano a far parte della sua vita. La vena creativa non manca, alimentata, alla pari dei fiumi che segue con lo sguardo tutti i giorni dal suo osservatorio sopraelevato, da una gioia di vivere che contagia e coinvolge pure lo spettatore più passivo.
Quando ebbi l'onore di presentare la sua prima mostra ticinese ad Intragna nel 2000, mostra appunto delle sculture multicolori ricavate da resti di piante, usai il termine, non condiviso dall'artista, di "animali metafisici" perché li sentivo simili ai più famosi "seres imaginarios" mirabilmente raccontati da Borges.
Non so se i cyborgs a lui cari presentati oggi non ci appaino, a noi comuni mortali, anche loro vagamente... metafisici.                  claudio notari

*da eudaimonia:  felicità quale espres- sione del bene comune perseguito da tutti gli uomini

Hanspeter Wyss

Sua madre lo vedeva artista pittore, suo padre un brillante impiegato di banca; lui è invece diventato uno dei più celebri caricaturisti svizzeri. Nato a Thun nel 1937, vive e lavora a Ponte Brolla.
Vignettista, creatore di film d'animazione per la Televisione svizzero tedesca, collabora con giornali e riviste e nel campo della cartellonistica. Da una quindicina di anni si cimenta in un campo completamente nuovo: la pittura e la scultura.
Dipinge con colori vivaci dando vita a un mondo fantastico popolato da personaggi surreali.

Mostre personali
2006 Locarno: clinica Santa Chiara
        (pittura/sculture)
2001 Friburgo: galerie de la Schüra
        (sculture/pittura)
2000 Intragna: Museo delle Centovalli
        (sculture)
1998 Berna: Bally (sculture)
1973 Rapperswil: Stadtgalerie (pittura)
1972 Zurigo: Villa Egli (pittura)

Mostre collettive
2008 Roveredo/GR: openArt 08
2007 Roveredo/GR: openArt 07
2006 Roveredo/GR: openArt 06
2005 Montreux: Galerie Mitchell
         (sculture/pittura)
1969 Zurigo: Galerie Gloor (pittura)
1961 Prima mostra di pittura a San Gallo:
        Galerie Wohnkultur

Riconoscimenti
. Orso di bronzo al Cartoonfestival di Berlino 1976
. Türler Pressepreis 1986
. Premio d'Oro al "Gestaltungswett- bewerb für das beste Tischset" Zurigo 1986
. Primo Premio Dattero d'Oro al Salone Intern. dell'Umorismo di Bordighera / IT 1988
. Trofeo di Palma d'Oro al Salone Internazionale dell'Umorismo di Bordighera / IT 1989
. Premio del pubblico al Intern. Cartoonfestival di Langnau / BE 2001

Attività professionali
dal 1996 vive e lavora come artista/pittore a Ponte Brolla
dal 1962 al 1996 lavora come caricaturista/vignettista a Zurigo
Collabora a moltissimi periodici svizzeri e stranieri:
Nebelspalter, Computerworld, Schweizer Familie, Femina, Schweizer Illustrierte, Pardon, Penthouse, BAZ, Sonntagsblick, Weltwoche, Brückenbauer, ecc...
Crea manifesti per l'"upi", il "Circo Stey", diversi Teatri, la Swissair, la Cartoonbiennale Davos, gli spettacoli di "EMIL".
Disegna alla Fiera Industriale di São Paulo (BR) per la Swissair e l'Ufficio Svizzero del Turismo.
Crea numerosi film d'animazione per la TV DRS/ORF e TRANS TEL Germania.
Crea una linea umoristica per la biancheria "Calida Cartoon".
Crea copertine per libri e dischi per la Ex Libris, la EMI e il Benziger Verlag.
E' autore di vari libri umoristici, quali:
"Stereotypen", "Herr Müller", "Nicht ohne meinen Computer", "Mehr Spass im Büro".


[website]
Archivio artisti
Marino Gabusi (ott 2001 - mag 2002)
Lorenzo Cambin (mag 2002 - ott 2002)
Mara Poretti (ott 2002 - feb 2003)
Marco Prati (mar 2003 - giu 2003)
Olga Yanucovich (set 2003 - gen 2004)
Pauli Gut (feb 2004 - giu 2004)
Loredana Müller (giu 2004 - sett 2004)
Claudio Viscardi (ott 2004 - gen 2005)
Laura Pellegrinelli (mar 2005 - giu 2005)
Elisabetta Diamanti (lug 2005 - ott 2005)
Charlotte Krantz (gen 2006 - mar 2006)
Gabriela Spector (feb 2006 - apr 2006)
Marcello Corrà (lug 2006 - ott 2006)
Jean François (ott 2006 - gen 2007)
Ruth Moro (feb 2007 - apr 2007)
Gianni Poretti (mag 2007 - lug 2007)
Dina Moretti (ago 2007 - ott 2007)
Charo Marin (nov 2007 - gen 2008)
Loredana Selene Ricca (feb 2008 - apr 2008)
Antonella Reale (mag 2008 - lug 2008)
Hanspeter Wyss (set 2008 - ott 2008)
Gregory Vincent (nov 2008 - gen 2009)
Paola Ravasio (feb 2009 - apr 2009)
Anna Sala (mag 2009 - giu 2009)
Fabiola Quezada (ago 2009 - ott 2009)
Mariano Salerno (nov 2009 - gen 2010)
Vittorio Dellea (mar 2010 - mag 2010)
Paolo Campa (mag 2010 - lug 2010)
Annamarie Schlegel (ago 2010 - ott 2010)
Renzo Chiesa (feb 2011 - apr 2011)
Massimo Piazza (mag 2011 - set 2011)
Samantha Ongetta (set 2011 - nov 2011)
Riciclarte (nov 2011 - gen 2012)
Aldo Ezio Conelli "detto il Moriggia" (feb 2012 - apr 2012)
Mauro Poretti (mag 2012 - ago 2012)
Michela Torricelli (set 2012 - nov 2012)
Alberto Venditti (nov 2012 - feb 2013)
Leonardo Pecoraro (ago 2013 - nov 2013)
Piero De Battista (nov 2013 - gen 2014)
Celso Grandi (feb 2014 - mag 2014)
Milvia Quadrio (mag 2014 - ago 2014)
Biascart (Ivano Biasca) (ago 2014 - ott 2014)
Michela Valenti (feb 2015 - mag 2015)
Diana Todisco (mag 2015 - lug 2015)
Dalí presentato da Luca Notari
Fosca Rovelli (set 2015 - nov 2015)
Mario Diotalevi (nov 2015 - feb 2016)
Imre Lénart (feb 2018 - apr 2018)
Patrizia Stierli (apr 2018 - ago 2018)
Emilio Alberti (ago 2018 - nov 2018)
Monica Bisogno (nov 2018 - feb 2019)
Ribana Szutor (feb 2019 - mag 2019)
Alexandra von Burg (set 2019 - gen 2020)
    Disclaimer | Mandato di gestione | Regole deontologiche File PDF [393 KB] Ultima modifica

17 ottobre 2019