Gianni Poretti (mag 2007 - lug 2007)

Incontro con il vetro

La comprensione della specificità del materiale e la capacità eccezionale di utilizzare i suoi caratteri fondamentali di sostanza plastica, modellabile e trasparente, hanno aperto a Gianni Poretti la via a varie e inaspettate soluzioni formali autonome. L'artista ha iniziato un dialogo con ciò che si nasconde nel vetro e che da millenni affascina l'uomo. Sorto dalla terra come sabbia, trasformato dal fuoco in sostanza liquida e incandescente come in una pratica alchimistica, nella fase di raffreddamento il vetro diventa un alleato dello spazio e della luce. L'assoggettamento della sostanza calda e morbida (tale che da vicino pare pulsare di vita propria), è per l'artista ogni volta un'esperienza eccitante ed indimenticabile. Il mistero celato in questo materiale trasparente e luccicante che rende possibile l'intensa penetrazione della luce, l'unione della materia e dello spazio, così come la sua fragilità e malleabilità, sono diventate un impulso per il talento e l'immaginazione spaziale-pittorica di Gianni Poretti.
Creando sculture uniche, originali, rese complesse dai molti elementi, l'artista opera efficacemente con la tecnica della fusione del vetro e dei metalli. Il processo di creazione comincia dal taglio di una lastra di vetro scelto, ha la sua fase di composizione nell'atto del "dipingere" con i metalli e gli ossidi e si completa nella lenta fase di raffreddamento, sorvegliata attentamente dall'artista per evitare possibili fratture. Nascono in questo modo composizioni straordinarie: opere bidimensionali con colori che si differenziano al variare della permeabilità della luce; sculture tridimensionali come i cicli Storie,  Stele, Trasparenze, Oltre, RM, Non-Forme e Volume. …

dott. Ewa Wojciechowska
Storico d'arte, Varsavia

Storie di metamorfosi

….Entrare in questa esposizione è come entrare in un mondo che richiama rocce e cristalli, mentre il pensiero corre ai moti tell urici e vulcanici che lungo i millenni hanno condotto la lava fluida e infuocata a indurirsi e farsi vetro, o limpido cristallo. È quello che avviene nell' atelier di Gianni Poretti, il cui lavoro ripropone un linguaggio di metamorfosi ad altissime temperature, accompagnato da spinte, movimenti ed amalgami vari: una storia lunga e complessa che non riassumerò; qui basterà dire che ognuna di queste opere è frutto di varie cotture, dove al vetro vengono aggiunte lamine di metallo che determineranno delle forme, e ossidi che determineranno la tonalità del colore, il tutto sempre accuratamente e pazientemente controllato nei ritmi sia di riscaldamento che di
raffreddamento…
Si potrebbe discutere a lungo sul rapporto tra casualità e progetto (risultato prefigurato) in queste opere. Ma basti dire che il caso, da solo, non produce mai capolavori e quanto a Poretti, conoscendo la sua lunga esperienza e il suo amore per i colori della natura, siano i riflessi del cielo o quelli di laghetti alpini dei quali è sinceramente innamorato, a come queste immagini siano materia viva nel suo animo, possiamo ritenerci sicuri che poco o nulla è più dovuto al caso.

E c'è una novità, una cosa mi ha sorpreso (rispetto a precedenti esposizioni): l'apparizione della figura umana, con la forza, l'austerità, ma anche il mistero di certe figure di un'arte antichissima, come quella dei vasi greci a figure nere o dell'arte cicladica. Figure che fanno pensare a spettatori attoniti e meravigliati davanti a spettacoli primordiali, proprio come quello del fiume che scorre in una gola...

prof. Alberto Jelmini
Critico d'arte

Biografia

Gianni Poretti nasce a Lugano il 9 maggio 1946. Vive e lavora a Canobbio, via San Bernardo 41, Svizzera.
Nel 1962 si trasferisce a Neuchâtel e consegue il diploma di soffiatore di vetro.
Dal 1970 esegue diverse vetrate per chiese ticinesi e nel 1995 inizia le ricerche nel campo della fusione del vetro. Poretti esamina nelle sue opere il processo della trasformazione della materia fondendo vetro con ossidi e metalli, riproducendo in un certo senso i processi fisico-chimici della formazione del cosmo. L'artista trae la sua ispirazione dalla creazione dell'universo, da personali visioni degli elementi e dalle forme arcaiche della vita.
Nel 2000 presenta il ciclo "3di.": steli e tondi dove Poretti procede a una terza cottura per creare sculture tridimensionali, ovvero dopo la seconda fusione il vetro viene posato sopra una forma ottenuta con vari materiali, grazie alla quale l'oggetto riesce a svilupparsi nella terza dimensione. Dal 2001 l'artista abbandona le forme geometriche. Nascono le opere "Trasparenze"  le "N-F" Non-Forme, "Volume" e "Oltre". Sono  nuovi volumi segnati da imprevedibili sporgenze, concavità e convessità con degli effetti cromatici seducenti, ottenuti con quattro, cinque fusioni. 
Nel 2002 l'intensa attività espositiva in gallerie e musei culmina con una mostra personale presso il Museo Archeologico al Castello Visconteo a Locarno e nel 2004 Museo Svizzero delle Vetrate a Romont e nel 2006 presso la prestigiosa galleria Proarta di Zurigo. Nel 2006, la sua istallazione Universo, una composizione di 11 tondi,  figura tra le dieci opere premiate nell'ambito di un concorso internazionale.
Gianni Poretti è socio attivo della VISARTE e della VERARTE. Le sue opere figurano presso il Museo archeologico di Locarno, Banca dello Stato del Cantone Ticino, Municipio di Canobbio, Vitromuseo Romont, Città di Lugano e in numerose collezioni private.

www.gianniporetti.ch   
info@gianniporetti.ch                  tel. +41 79 221.49.84

Mostre Personali (selezione)

1997 - « Gianni Poretti » Amici del Torchio di Sonvico ;
1998 - « Vetro-Vetri » SALAest, Città di Lugano, Lugano;
1998 - «Storie di vetro », Spazio della Volta, Genova;
2000 - Galerie Art'7, espace d'art contemporain, Nizza
2000 - Amici dell'arte Brissago.Palazzo Marcionni, Brissago
2000 - "Il mondo di vetro di Gianni Poretti", Comune di Canobbio
2001 - "Magiche Trasparenze" Galleria d'arte "IL  POZZO", Bellinzona
2002 -  Museo archeologico, Castello Visconteo, Locarno
2004 - "Viaggio nel caleidoscopio del vetro" Galleria Arte Studio          Campanella, Genova 04
2004-  -Gianni Poretti, Musée Suisse du Vitrail Romont
2004 – Galerie Noodlebärg, Basel
2005 – Trasparenze, Non-Forme e Oltre, Galleria Mosaico, Chiasso
2006 – Galerie Proarta, Zürich
2007 –  DAZIO GRANDE, Rodi
2007 – Extrafid, Lugano
2007 – Sust-Kulturzentrum Stans

Mostre Collettive (selezione)

1999 - « INTERNOS » Università statale di Genova, Facoltà d'architettura
1999 - Consolato Generale d'Italia a Lugano
1999 - Longaretti-Poretti « Geschichten in Glas »,   Galerie Prisma, Wien
2000 - Château de Bourglinster, Lussemburgo, incontro – Suisse-Luxembourg
2001 - Château de la Tour de Peilz , incontro –Benelux-Suisse
2002 - Galleria Noodlebärg, Basel
2002 - Espai vidre,Fundacio centre del vidre de Barcelona
2003 - Blitzarte, Castello di Montebello, Bellinzona
2004 -  Medesign_forme del Mediterraneo, Forme e Non Forme,  Genova04
2005 - "Farbe Licht Raum" ,Verarte.ch, Elisabethenkirche Basel
2005 – Rencontre des Arts, Montréal, Canada


Archivio artisti
Marino Gabusi (ott 2001 - mag 2002)
Lorenzo Cambin (mag 2002 - ott 2002)
Mara Poretti (ott 2002 - feb 2003)
Marco Prati (mar 2003 - giu 2003)
Olga Yanucovich (set 2003 - gen 2004)
Pauli Gut (feb 2004 - giu 2004)
Loredana Müller (giu 2004 - sett 2004)
Claudio Viscardi (ott 2004 - gen 2005)
Laura Pellegrinelli (mar 2005 - giu 2005)
Elisabetta Diamanti (lug 2005 - ott 2005)
Charlotte Krantz (gen 2006 - mar 2006)
Gabriela Spector (feb 2006 - apr 2006)
Marcello Corrà (lug 2006 - ott 2006)
Jean François (ott 2006 - gen 2007)
Ruth Moro (feb 2007 - apr 2007)
Gianni Poretti (mag 2007 - lug 2007)
Dina Moretti (ago 2007 - ott 2007)
Charo Marin (nov 2007 - gen 2008)
Loredana Selene Ricca (feb 2008 - apr 2008)
Antonella Reale (mag 2008 - lug 2008)
Hanspeter Wyss (set 2008 - ott 2008)
Gregory Vincent (nov 2008 - gen 2009)
Paola Ravasio (feb 2009 - apr 2009)
Anna Sala (mag 2009 - giu 2009)
Fabiola Quezada (ago 2009 - ott 2009)
Mariano Salerno (nov 2009 - gen 2010)
Vittorio Dellea (mar 2010 - mag 2010)
Paolo Campa (mag 2010 - lug 2010)
Annamarie Schlegel (ago 2010 - ott 2010)
Renzo Chiesa (feb 2011 - apr 2011)
Massimo Piazza (mag 2011 - set 2011)
Samantha Ongetta (set 2011 - nov 2011)
Riciclarte (nov 2011 - gen 2012)
Aldo Ezio Conelli "detto il Moriggia" (feb 2012 - apr 2012)
Mauro Poretti (mag 2012 - ago 2012)
Michela Torricelli (set 2012 - nov 2012)
Alberto Venditti (nov 2012 - feb 2013)
Leonardo Pecoraro (ago 2013 - nov 2013)
Piero De Battista (nov 2013 - gen 2014)
Celso Grandi (feb 2014 - mag 2014)
Milvia Quadrio (mag 2014 - ago 2014)
Biascart (Ivano Biasca) (ago 2014 - ott 2014)
Michela Valenti (feb 2015 - mag 2015)
Diana Todisco (mag 2015 - lug 2015)
Dalí presentato da Luca Notari
Fosca Rovelli (set 2015 - nov 2015)
Mario Diotalevi (nov 2015 - feb 2016)
Imre Lénart (feb 2018 - apr 2018)
Patrizia Stierli (apr 2018 - ago 2018)
Emilio Alberti (ago 2018 - nov 2018)
Monica Bisogno (nov 2018 - feb 2019)
Ribana Szutor (feb 2019 - mag 2019)
Alexandra von Burg (set 2019 - gen 2020)
    Disclaimer | Mandato di gestione | Regole deontologiche File PDF [393 KB] Ultima modifica

20 agosto 2019